Città di Piossasco - Piazza Tenente Nicola, 4 - 10045 Piossasco (TO) - Tel. 011/90.271 - Fax 011/90.27261


>>Home Page

BANDI E PROGETTI
Indice

>>

Ufficio Politiche Lavorative
>> Bandi e progetti per il lavoro
>> Servizio Informativo per il lavoro
>> Informalavoro
>> Centro per l'impiego
   
   
   

 


 

BANDO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE AI CANTIERI DI LAVORO "CANTIERE PIOSSASCO 2016"

>> scarica il bando completo

>> Scarica il modulo di domanda.

Si rende noto che questa Amministrazione in applicazione dell’art. 32 della L.R. n. 34/2008, in esecuzione della Deliberazione di Giunta Regionale n. 19-2599 del 14/12/2015 che stabilisce quali tipologie di disoccupati possano partecipare ai cantieri di lavoro e gli ambiti di attività dei medesimi, in ottemperanza altresì al verbale di intesa con le OO.SS inerente gli indirizzi per la realizzazione dei cantieri di lavoro approvato con Deliberazione di Giunta Regionale n. 13-2910 del 15/02/2016 e come da propria deliberazione di Giunta Comunale n. 59 del 6/04/2016 intende istituire un progetto di cantiere di lavoro destinato a cittadini residenti in Piossasco non occupati aventi i requisiti per la partecipazione dettagliati di seguito.

  1. AVVIO - POSTI DISPONIBILI - DURATA - ORARIO - INDENNITA’ - ATTIVITA’ E FORMAZIONE.

I cantieri di lavoro inizieranno nel mese di luglio 2016. La Città informerà tempestivamente i disoccupati inseriti nel progetto sull’esatta data di inizio. Nel progetto di cantiere saranno inseriti numero 5 disoccupati per massime 190 giornate lavorative da 5 ore l’una. Il cantiere di lavoro potrà essere sospesoin occasione del periodo estivo e nel periodo invernale o in ulteriori periodi che verranno comunicati in corso d’opera.

Per il periodo di durata del cantiere i partecipanti manterranno lo stato di disoccupazione in base alle norme vigenti. I partecipanti effettueranno un orario di venticinque ore settimanali distribuite su cinque giorni lavorativi. L’orario verrà definito nel dettaglio dopo l’assegnazione al servizio di riferimento e verrà adeguato alle mansioni a cui sarà adibito il cantierista, anche con eventuale turnazione mattino/pomeriggio. Nell’ambito dei cantieri di lavoro vengono retribuite solo le giornate di lavoro da 5 ore effettivamente svolte.

I cantieristi inseriti nel progetto saranno adibitialle seguenti mansioni: mantenimento spazi urbani, aree verdi anche scolastiche, arredo urbano, giardini e cortili di proprietà comunale, mantenimento beni pubblici.

L'indennità giornaliera lorda prevista è di € 24,46, oltre ad eventuali assegni familiari se ed in quanto dovuti (previa regolare richiesta al Comune). In aggiunta all’indennità giornaliera di € 24,46 il Comune provvede a versare i contributi previdenziali previsti dalla normativa sui cantieri di lavoro. Non è prevista indennità di fine rapporto né quota di tredicesima mensilità poiché con il cantiere di lavoro non si instaura alcun rapporto di lavoro con l’ente promotore, in questo caso il Comune di Piossasco.

Si segnala che i contributi economici erogati al nucleo familiare dal Consorzio Socio Assistenziale possono, nel periodo corrispondente la cantiere lavoro, essere temporaneamente sospesi.

Tutti i cantieristi inseriti saranno tenuti a partecipare alla formazione sulla sicurezza sul lavoro e ai servizi di accompagnamento ed orientamento al lavoro.

  • REQUISITI DI PARTECIPAZIONE.

Possono presentare la propria candidatura al cantiere solamente le persone non occupate, eventualmente titolari di indennità di disoccupazione con requisiti ridotti, in possesso, alla data di approvazione dell’avviso di bando (27/05/2016), di tutti i requisiti sotto indicati:

  • Età superiore o uguale a 45 anni alla data di approvazione del bando (nati prima del 28/05/1971) oppure in alternativa essere under-quarantacinquenni in carico ai servizi socio assistenziali;
  • NON aver effettuato più del 70% di giornate di lavoro nella precedente edizione dei cantieri di Lavoro, in un Comune della Città Metropolitana Torino;
  • essere residenti nel comune di Piossasco in data antecedente al01/06/2015;
  • per i cittadini non comunitari: essere in possesso del permesso di soggiorno in regola con le leggi vigenti;
  • essere privi di titolo di studio, oppure con titolo della scuola dell'obbligo;
  • essere titolari d’Indicatore della Situazione Economica Equivalente – ISEE in corso di validità inferiore o uguale a euro 8.500,00 con riferimento ai redditi di tutto il nucleo familiare anagrafico;
  • essere iscritti nelle liste dei lavoratori immediatamente disponibili presso un Centro per l’Impiego della provincia di Torino in data antecedente al01/01/2016
  • NON essere titolari di un contratto di lavoro di alcun tipo alla data di approvazione del presente Bando pubblico di selezione. Sono espressamente esclusi dalla partecipazione al cantiere anche i lavoratori autonomi con partita I.V.A. (iscritti o meno a Albi e/o Ordini professionali).

La verifica del mancato possesso di uno dei requisiti d’ammissione, dà luogo all'esclusione dalla partecipazione al cantiere di lavoro.

Inoltre, tenuto conto delle finalità dei Cantieri di Lavoro, NON sono ammessi a partecipare all’attività del cantiere:

  • più di un membro per nucleo familiare. La facoltà di scelta verrà lasciata alle stesse famiglie all'atto dell’ammissione all’attività del cantiere;
  • coloro che, alla data di presentazione della domanda e d’avvio dei cantieri, percepiscono l’assegno sociale, la pensione di invalidità dei lavoratori dipendenti o altri tipi di trattamenti pensionistici derivanti dal versamento dei contributi previdenziali;
  • coloro che presentano inidoneità a mansioni connesse alle attività proprie del cantiere (manutenzione verde pubblico, mantenimento spazi urbani);
  • coloro che, alla data di presentazione della domanda e d’avvio del cantiere, percepiscono le seguenti prestazioni connesse allo stato di disoccupazione:
  • Naspi-Asdi
  • indennità di mobilità;
  • trattamenti speciali di disoccupazione edile

Si segnala che se il competente medico del lavoro, a seguito di visita preventiva, accerta limitazioni (sollevamento carichi, allergie ambientali etc) che impediscono il regolare svolgimento delle attività di cantiere, si provvederà all’esclusione del candidato, non essendo possibile destinare lo stesso ad altre mansioni compatibili.

I candidati impiegati nel cantiere di lavoro oggetto del presente protocollo, NON potranno partecipare alle selezioni per altri cantieri nei prossimi 365 giorni, come da art. 32 L.R. 34/2008 e l’inserimento nel progetto potrà avvenire solo qualora siano trascorsi almeno dodici mesi tra il termine dell’edizione precedente di progetto di cantiere di lavoro e l’inizio del progetto di Cantieri di lavoro in questione.

  • PUNTEGGI, GRADUATORIA, PRECEDENZA

Per l’accesso al progetto verrà predisposta apposita graduatoria secondo quanto di seguito riportato. Per la predisposizione della graduatoria si considererà il nucleo familiare anagrafico del richiedente quale risultante alla data di approvazione dell’avviso di bando pubblico (27/05/2016).

La posizione nella graduatoria dei candidati avviene in base ai seguenti punteggi, assegnati con riferimento alla data di approvazione dell’avviso pubblico.

A parità di punteggio vengono selezionate le persone con maggior anzianità di età anagrafica.

  • I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) in corso di validità come risulta da certificazione a cura di un Centro di Assistenza Fiscale (C.A.F.) autorizzato:

Valore dell’Indicatore ISEE

PUNTEGGIO

da €0

a €3.000,00

10

da €3.000,01

a €5.000,00

05

da €5.000,01

a €8.500,00

03

  • Età:

Età alla data di approvazione del bando

PUNTEGGIO

Maggiore di 45 anni

10

  • Condizioni famigliari:

Per carichi familiari s’intendono i figli, anche maggiorenni se a carico:

Numero di Carichi Familiari

PUNTEGGIO

1

5

da 2 a 3

10

Oltre 3

15

 

 

  • nucleo familiare monogenitoriale (solo se a seguito di separazione legale, divorzio o decesso) con minori a carico ovvero con maggiorenni a carico portatori di handicap o con invalidità certificata superiore al 66%PUNTEGGIO10
  • nucleo familiare beneficiario dell’ assistenza economica da parte deiservizi socio assistenzialiPUNTEGGIO10
  • Assenza di precedenti esperienze analoghe nel periodo dal 01/01/2013 alla data di approvazione del bando:

Per precedenti esperienze analoghe s’intende NON aver partecipato e/o ricevuto sussidio/compenso nel periodo indicato (01/01/2013-data di approvazione del bando), nell’ambito dei progetti di sostegno all’occupazione e al reddito promossi e/o finanziati dal Comune di Piossasco (es: Cantieri lavoro, Rete di solidarietà, Tirocini, Reciproca solidarietà e lavoro accessorio, Insieme per il lavoro..) .PUNTEGGIO15

 

Resta inteso che, in caso di eventuali rinunce, dimissioni, decessi, detenzionio inidoneità del partecipante al cantierea seguito di visita medica si procederà ai successivi inserimenti seguendo l’ordine della graduatoria generale senza necessità di ulteriori provvedimenti d’incarico.

  1. DOMANDA DI AMMISSIONE

La domanda, sottoscritta dall’interessato e redatta secondo il modulo allegato al presente bando, dovrà essere presentata compilata in ogni sua partecorredata di copia del documento di identità del richiedente, entro e non oltre le ore 12,45 del giorno lunedì 4 luglio2016con le seguenti modalità:

  • direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune di Piossasco negli orari di apertura (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.45 il mercoledì anche dalle 14.00 alle 17.00)
  • tramite posta certificata attraverso la scansione del modulo compilato e firmato in modo autografo ed inviato, unitamente ad una copia del documento di identità, alla casella di posta elettronica certificata del Comune: comune.piossasco@legalmail.it

 

Il modulo è scaricabile dal sito del Comune di Piossasco (www.comune.piossasco.to.it) ed è anche ritirabile presso l’Ufficio Politiche Sociali di Via Ferrari 19 nei seguenti giorni ed orari: lunedì e giovedì8.45-12.45; mercoledì 14.00-17.00.

Chi desiderasse, prima della consegna della domanda al protocollo, verificare l’adeguatezza della compilazione della domanda, può rivolgersi all’Ufficio Politiche Sociali di via Ferrari 19 sempre nei seguenti giorni ed orari: lunedì e giovedì8.45-12.45; mercoledì 14.00-17.00.

Il Comune di Piossasco non assume responsabilità per la dispersione delle domande dipendente da inesatte indicazioni del destinatario da parte del richiedente, né per eventuali disguidi postali o disguidi imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Per ciò che concerne la dichiarazione Isee si invitano tutte le persone interessate al presente bando a recarsi tempestivamente presso gli enti preposti per la presentazione della DSU al fine dell’ottenimento dell’attestazione Isee. Se, entro la data di scadenza della presentazione del bando, non si fosse in possesso dell’attestazione Isee è necessario allegare alla domandala ricevuta rilasciata dagli enti abilitati dell’avvenuta consegna della DSU. In caso di mancanza anche di quest’ultima la domanda presentata non potrà essere accolta.

ASSENZE - MOTIVI DI ESCLUSIONE DAL CANTIERE

La persone che veranno inserite nel progetto di cantiere di lavoro saranno retribuite secondo quanto previsto al punto 1 del presente bando e per ciò che concerne le assenze vige quanto di seguito riportato.

Previa ricezione della giustificazione medica, l’amministrazione comunale corrisponderà quota parte giornaliera a proprio carico di indennità ai cantieristi (50%), fino a un massimo di 9 giornate lavorative nell’arco delle 190 giornate di durata del cantiere.

Non è prevista nessuna retribuzione e/o forma di rimborso da parte dell’amministrazione comunale per le assenze dovute a malattia che eccedono il limite di 9 giornate su 190.

In caso d’infortunio il cantierista deve darne immediata comunicazione a mezzo telefono o fax al referente presso cui presta servizio e al referente del Comune che sarà comunicato all’inizio dei cantieri.

In caso d’infortunio il Comune garantisce la retribuzione per i primi tre giorni di assenza oltre al giorno dell’infortunio (100%).

Per gli infortuni che comportano un’assenza dal lavoro superiore a tre giorni oltre al giorno dell'infortunio, è prevista la sola copertura assicurativa dell’INAIL (con le riduzioni previste).

Retribuzione e copertura assicurativa INAIL vengono corrisposte soltanto qualora l’infortunio si verifichi nell’ambito delle attività lavorative del cantiere e comunque entro l’orario di lavoro assegnato. La retribuzione delle giornate di infortunio e di ricovero ospedaliero viene garantita solo fino alla data di conclusione del cantiere.

In caso di ricovero ospedaliero, il cantierista deve darne immediata comunicazione a mezzo telefono o fax al referente presso cui presta servizio, che provvede a darne notizia anche al referente comunale competente.

La relativa giustificazione medica deve essere consegnata al Comune presso cui il cantierista presta servizio entro e non oltre il 3° giorno dall’inizio del ricovero.

In caso di ricovero l’intera indennità giornaliera è corrisposta dopo il 3° giorno dal ricovero stesso.Nei primi 3 giorni di ricovero il Comune eroga la quota parte giornaliera a proprio carico di indennità ai cantieristi (50%).

Eventuali assenze e/o permessi da recuperare devono comunque essere preventivamente concordati con il responsabile del servizio che verrà indicato ad inizio cantiere.

Ogni cantierista può usufruire di massimo 30 ore di permesso nell’ambito delle 190 giornate lavorative del cantiere.

I permessi sono vincolati al limite giornaliero stabilito, come innanzi detto.

Oltre tale limite le eventuali assenze vengono considerate come “non motivate” e possono comportare l’esclusione dal progetto secondo le modalità indicate al paragrafo successivo.

È comunque possibile recuperare le assenze dovute ai permessi autorizzati, entro l’ultimo giorno del mese successivo al mese in cui l’assenza si è verificata e per massimo un’ora di recupero oltre l'orario di lavoro al giorno. Non è possibile il recupero oltre la data di conclusione del cantiere.

In caso si verificassero assenze non motivate da certificato medico (o non rientranti nella categoria dei permessi di cui al paragrafo precedente) superiori a tre giorni lavorativi, anche non consecutivi, il Comune provvederà ad escludere il lavoratore dal progetto .

Qualora si verificassero assenze dal lavoro – anche se dovute a una malattia – per più di 20giorni complessivi, anche non consecutivi, è facoltà del Comune prendere in considerazione l’esclusione dal cantiere delle persone coinvolte e l’inserimento dei successivi in graduatoria.

Le assenze dovute a ricoveri ospedalieri e/o infortuni sul lavoro non possono comportare l’esclusione dal cantiere e non concorrono al raggiungimento dei 20 giorni suddetti.

Le assenze dovute a ricoveri ospedalieri e/o infortuni sul lavoro non possono comportare l’esclusione dal cantiere e non concorrono al raggiungimento dei 20 giorni suddetti

CONTROLLI

L’Amministrazione si riserva la facoltà di eseguire controlli diretti ad accertare la veridicità delle informazioni fornite ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. n. 445/00 sia attraverso la consultazione delle banche dati in proprio possesso sia tramite la consultazione di banche dati o di altri tipi diinformazioni in possesso di altri enti quali ad esempio Inps ed Agenzia delle Entrate. Inoltre ai sensi dell’art. 6 della legge 07.08.1990 n. 241 e successive modifiche ed integrazioni, il Comune in sede di istruttoria, può inoltre chiedere, contattando anche telefonicamente l’interessato, il rilascio o la rettifica di dichiarazioni o istanze incomplete finalizzate alla correzione di errori materiali o di modesta entità.

Il Comune può inoltre esperire accertamenti tecnici ed ispezioni ed ordinare esibizioni documentali atte a dimostrare la completezza, veridicità e la congruità dei dati dichiarati. In tal caso per l’attivazione del procedimento di controllo, gli interessati saranno convocati a mezzo raccomandata AR. Nel caso di mancata presentazione nel termine indicato o mancato ritiro della raccomandata entro la compiuta giacenza, la domanda verrà esclusa dall’ammissione al progetto. Il Comune di Piossasco non assume responsabilità per la dispersione delle comunicazioni di attivazione del procedimento conseguenti ad eventuali disguidi postali, disguidi nella interconnessione di telefonia mobile o di posta elettronica o disguidi imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. Il procedimento potrà essere riaperto qualora il richiedente si presenti autonomamente e fornisca gli elementi di controllo richiesti fino all’approvazione della graduatoria.

Si procederà all’esclusione delle domande di inserimento nel progetto di cantierenei seguenti casi:

  • accertamento di dichiarazioni sostitutive non veritiere per difformità e/o di omissioni rilevate fra quanto dichiarato e le verifiche effettuate presso gli archivi delle Amministrazioni certificanti;
  • accertamento della perdita dei requisiti inerenti la partecipazione successivamente alla domandadi partecipazione.
TUTELA DELLA PRIVACY

Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs 196/2003 i dati personali richiesti saranno trattati esclusivamente per istruire le domande di partecipazione. Il trattamento sarà effettuato su supporto cartaceo o informatico e con modalità da tutelarne la riservatezza.

L’elenco dei soggetti ammessi al contributo potrà essere inviato ad altri enti e soggetti pubblici per gli eventuali adempimenti di competenza e controlli.

PUBBLICITA’ DEL BANDO, DELLA GRADUATORIA E ALTRE DISPOSIZIONI

Il presente Bando sarà reso pubblico tramite pubblicazione all’Albo Pretorio e pubblicazione sul sito internet istituzionale: www.comune.piossasco.to.it .

La graduatoria della domande approvata verrà pubblicato all’Albo pretorio utilizzando, quale codice identificativo, il numero di protocollo della domanda presentata, le iniziali e la data di nascita. Esso ha valore di notifica per gli ammessi e gli esclusi ed è immediatamente efficace all’atto di pubblicazione. E’ possibile presentare reclamo entro 5 giorni dalla pubblicazione per i soli motivi relativi al riconoscimento dei requisiti. Per quanto non previsto nel presente bando si fa riferimento alla Legge Regione Piemonte n. 34 del 22/12/2008, a tutta la normativa e alle deliberazioni regionali e provinciali vigenti in merito ai Cantieri di Lavoro.

Eventuali ulteriori informazioni o chiarimenti possono essere richiesti al numero telefonico 011/9027280 da lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.30 e all’indirizzo e-mail: lavoro@comune.piossasco.to.it.

Piossasco, _________

 

 

 

Torna a:

>> Indice

>> Ufficio Politiche Lavorative

>> Bandi e progetti

>> Servizio Informativo per il lavoro

>> Informalavoro

>> Centro per l'Impiego

 

 

 

Data ultimo aggiornamento:01-Giu-2016

 

 

Città di Piossasco – Piazza Tenente Nicola, 4 – CAP 10045 – Piossasco
Tel. 011/90.271- fax 011/90.27.261 - Partita IVA 01614770012