Città di Piossasco - Piazza Tenente Nicola, 4 - 10045 Piossasco (TO) - Tel. 011/90.271 - Fax 011/90.27261


>>Home Page >>Uffici Comunali >> Politiche Sociali

BANDO IRPEF - TARI - TASI - PER ANNO FISCALE 2015

Avviso di apertura
BANDO
per l'erogazione di contributi commisurati al versamento
dell'ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF
della TARI
della TASI INQUILINI E COMODATARI
ANNO 2015


SCADENZA: ORE 12.45 DEL 3 NOVEMBRE 2016

 

>> Scarica il bando completo (pdf)
>> Scarica il modulo di domanda (doc)
>> Scarica il volantino (pdf)

BANDO

1 - OGGETTO, OBIETTIVI E FINALITA’

L’Amministrazione Comunale indice un Bando avente quali obiettivi:

  • la realizzazione, nell’ambito delle diverse iniziative messe in atto per sostenere le fasce più disagiate della popolazione nel perdurare della crisi economica, di azioni di sostegno a favore dei cittadini appartenenti a nuclei familiari con redditi più bassi;
  • la concessione di contributi pari all’importo delle Tasi versata dagli inquilini e dai comodatari nell’anno 2015.

Si procederà pertanto alla:

  • concessione di contributi commisurati al versamento dell’addizionale comunale IRPEF relativa all’anno fiscale 2015 (dichiarazione dei redditi – Unico 2016) per le cittadine ed i cittadini appartenenti a nuclei economicamente disagiati.
  • concessione di contributi commisurati al versamento della TARI relativa all’anno fiscale 2015 per le cittadine ed i cittadini appartenenti a nuclei economicamente disagiati.
  • concessione di contributi pari all’importo versato per TASI inquilini e comodatari anno 2015. Le risorse disponibili per tale ulteriore misura, saranno quelle derivanti da eventuali risparmi di cui alla concessione di contributi prevista ai punti a) e b).

Le risorse complessive messe a disposizione dall’Amministrazione per le misure di cui sopra ammontano a complessivi € 19.000,00.

 

2 - BENEFICIARI DEL CONTRIBUTO - REQUISITI DI ACCESSO

Relativamente alla concessione di contributi di cui al punto a) e b) del paragrafo 1) del presente bando (IRPEF comunale e TARI 2015) possono presentare domanda di contributo i cittadini residenti nel territorio comunale, appartenenti a nuclei familiari con indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità inferiore o pari a:

€ 18.000,00 in caso di nucleo familiare titolare di reddito da lavoro dipendente o pensione;

€ 11.000,00 in caso di nucleo familiare titolare di lavoro autonomo o di impresa.

Nel caso di nucleo familiare in cui concorrano entrambe le tipologie di reddito, in riferimento ai criteri di accesso e all’erogazione del contributo come sotto meglio specificato, si farà riferimento al reddito prevalente nel nucleo ovvero di maggiore entità.

La richiesta di contributo può essere presentata a condizione che il richiedente ed i componenti del proprio nucleo familiare siano residenti in affitto nel Comune di Piossasco oppure siano residenti nel Comune di Piossasco e non siano proprietari di immobili diversi dall’abitazione di residenzacomprensiva della prima pertinenza. Il contributo non sarà comunque concesso qualora l’abitazione di residenza appartenga a categorie A1, A8, A9.

Situazioni particolari, legate allo stato degli immobili diversi dall’abitazione di residenza potranno essere valutate in sede di esame della domanda.

Il contributo compete solo per l’addizionale IRPEF e per la TARI corrisposta al Comune di Piossasco.

Per la concessione di contributi di cui al punto c) del paragrafo 1) del presente bando (TASI inquilini e comodatari) possono presentare domanda di contributi tutti i cittadini, affittuari concontratto di locazione regolarmente registrato o comodatari con contratto di comodato a favore di parenti di primo grado, residenti nel territorio comunale, appartenenti a nuclei familiari con indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità inferiore o pari:

€ 38.000,00. La concessione di contributi compete solo per la Tasi corrisposta, in qualità di inquilino o comodatario, al Comune di Piossasco.

Il nucleo familiare è quello disciplinato dalla normativa ISEE.

A seguito di istruttoria l’Amministrazione pubblicherà all’albo pretorio gli elenchi delle istanze ammissibili all’Albo pretorio utilizzando, quale codice identificativo, il numero di protocollo della domanda presentata, le iniziali e la data di nascita. Esso ha valore di notifica per gli ammessi e gli esclusi ed è immediatamente efficace all’atto di pubblicazione.

Le istanze di cittadini ammessi ed aventi posizione debitorie, maturate a qualsiasi titolo nei confronti dell’Amministrazione Comunale, che non provvedono entro dieci giorni lavorativi dalla pubblicazione all’albo pretorio degli elenchi delle domande ammesse alla contribuzione in questione, alla regolarizzazione della propria posizione e alla consegna copia di documentazione attestante l’avvenuta regolarizzazione del debito all’Ufficio Politiche Sociali, non saranno ammesse ad alcuna contribuzione di cui al presente bando.

 

3 - PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda, sottoscritta dall’interessato e redatta secondo il modulo allegato al presente bando, dovrà essere presentata compilata in ogni sua partecorredata di copia del documento di identità del richiedente, a partire da giovedì 13 ottobreed entro e non oltre le ore 12,45 del giorno 3 novembre 2016con le seguenti modalità:

  • direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune di Piossasco negli orari di apertura (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.45 il mercoledì anche dalle 14.00 alle 17.00)
  • tramite posta certificata attraverso la scansione del modulo compilato e firmato in modo autografo ed inviato, unitamente ad una copia del documento di identità, alla casella di posta elettronica certificata del Comune: comune.piossasco@legalmail.it

 

Il modulo è scaricabile dal sito del Comune di Piossasco (www.comune.piossasco.to.it) ed è anche ritirabile, a partire dal 13 ottobre, presso l’Ufficio Politiche Sociali di Via Ferrari 19 nei seguenti giorni ed orari: lunedì e giovedì8.45-12.45; mercoledì 14.00-17.00. Il Comune di Piossasco non assume responsabilità per la dispersione delle domande dipendente da inesatte indicazioni del destinatario da parte del richiedente, né per eventuali disguidi postali o disguidi imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.Presso l’Ufficio Politiche Sociali gli interessati possono inoltre rivolgersi per approfondimenti e chiarimenti in merito al Bando in oggetto. Per ciò che concerne la dichiarazione Isee si invitano tutte le persone interessate al presente bando a recarsi tempestivamente presso gli enti preposti per la presentazione della DSU al fine dell’ottenimento dell’attestazione Isee. Se, entro la data di scadenza della presentazione del bando, non si fosse in possesso dell’attestazione Isee è necessario allegare alla domandala ricevuta rilasciata dagli enti abilitati dell’avvenuta consegna della DSU. In caso di mancanza anche di quest’ultima la domanda presentata non potrà essere accolta.

 

 

4 - MODALITA’ DI CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI

Relativamente alla concessione di contributi di cui al punto a) e b) del paragrafo 1) del presente bando (IRPEF comunale e TARI 2015). Tutti i richiedenti in possesso dei requisiti saranno ammessi nella graduatoria, redatta in ordine crescente in base al valore ISEE del nucleo, ed in base alla suddetta graduatoria, fino a concorrenza della somma stanziata e di quanto sopra indicato, saranno corrisposti secondo la tabella sotto riportata. La concessione di contributi commisurati al versamento della TASI relativa all’anno fiscale 2015 è subordinata all’eventuale disponibilità economica derivante da risparmi di cui alla concessione di contributi prevista al punto c) del paragrafo 1) del presente bando ( Tasi inquilini e comodatari).

 

Per i nuclei familiari titolari di reddito da lavoro dipendente o pensione:

 

Contributi IRPEF

Contributi TARI

Isee fino ad € 11.000,00

Rimborso del 100% dell’addizionale comunale Irpef del nucleo familiare

Rimborso del 60% della Tari versata

Isee da € 11.000,01 a € 18.000,00

Rimborso del 70% dell’addizionale comunale Irpef del nucleo familiare

Rimborso del 40% della Tari versata

 

Per i nuclei familiari titolari di lavoro autonomo o di impresa:

 

Contributi IRPEF

Contributi TARI

Isee fino ad € 8.000,00

Rimborso del 100% dell’addizionale comunale Irpef del nucleo familiare

Rimborso del 60% della Tari versata

Isee da € 8.000,01 a € 11.000,00

Rimborso del 70% dell’addizionale comunale Irpef del nucleo familiare

Rimborso del 40% della Tari versata

 

Nel caso di nucleo familiare in cui concorrano entrambe le tipologie di reddito lo stesso verrà collocato nella graduatoria del reddito prevalenteovvero maggiore.

 

Per la concessione di contributi di cui al punto c) del paragrafo 1) del presente bando (TASI inquilini e comodatari)

 

Isee fino ad € 38.000,00

Rimborso del 100% della TASI versata nell’anno 2015

 

All’erogazione delle somme spettanti si provvederà con apposita determinazione dirigenziale.

 

5 - CONTROLLI

Il richiedente dichiara di essere a conoscenza che potranno essere eseguito controlli diretti ad accertare la veridicità delle informazioni fornite ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. n. 445/00. Inoltre ai sensi dell’art. 6 della legge 07.08.1990 n. 541 e successive modifiche ed integrazioni, il Comune in sede di istruttoria, può chiedere, contattando telefonicamente l’interessato, il rilascio o la rettifica di dichiarazioni o istanze incomplete finalizzate alla correzione di errori materiali o di modesta entità.

Può inoltre esperire accertamenti tecnici ed ispezioni ed ordinare esibizioni documentali atte a dimostrare la completezza, veridicità e la congruità dei dati dichiarati. In tal caso per l’attivazione del procedimento di controllo, gli interessati saranno convocati a mezzo raccomandata AR. Nel caso di mancata presentazione nel termine indicato o mancato ritiro della raccomandata entro la compiuta giacenza, la domanda verrà esclusa dall’ammissione del contributo. Il Comune di Piossasco non assume responsabilità per la dispersione delle comunicazioni di attivazione del procedimento conseguenti ad eventuali disguidi postali, disguidi nella interconnessione di telefonia mobile o di posta elettronica o disguidi imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. Il procedimento potrà essere riaperto qualora il richiedente si presenti autonomamente e fornisca gli elementi di controllo richiesti fino all’approvazione dell’elenco dei beneficiari.

Si procederà all’esclusione delle domande per l’assegnazione del contributonei seguenti casi:

  • accertamento di dichiarazioni sostitutive non veritiere per difformità e/o di omissioni rilevate fra quanto dichiarato e le verifiche effettuate presso gli archivi delle Amministrazioni certificanti;
  • accertamento della perdita dei requisiti inerenti la partecipazione della domandaall’ammissione del contributo.


6 - TUTELA DELLA PRIVACY

Ai senti dell’art. 13 del D.Lgs 196/2003 i dati personali richiesti saranno trattati elusivamente per istruire le domande di partecipazione. Il trattamento sarà effettuato su supporto cartaceo o informatico e con modalità da tutelarne la riservatezza.

L’elenco dei soggetti ammessi al contributo potrà essere inviato ad altri enti e soggetti pubblici per gli eventuali adempimenti di competenza e controlli.

 

7 - PUBBLICITA’ DEL BANDO, DELLA GRADUATORIA E ALTRE DISPOSIZIONI

Il presente Bando sarà reso pubblico tramite pubblicazione all’Albo Pretorio e pubblicazione sul sito internet istituzionale: www.comune.piossasco.to.it .

In esito alla conclusione dell’istruttoria delle singole domande, l’elenco degli ammessi al contributo e degli esclusi sarà reso pubblico sempre tramite affissione all’Albo Pretorio secondo quanto indicato all’articolo 2 del presente bando.

Il richiedente esprime altresì nella domanda il consenso scritto al trattamento dei dati personali,

ivi compresi quelli sensibili, ai sensi del D.Lgs 196/2003.

 

 

 

 

 

Data aggiornamento 13/10/2016