Regione Piemonte

Manifestazione d’interesse per la rimozione dei manufatti in eternit, avvalendosi del servizio gratuito di raccolta, trasporto e smaltimento. Quantitativo massimo corrispondente a 40 metri quadrati o a 450 kg.

Ultima modifica 23 luglio 2019

Vista la L.R. 30/2008 “Norme per la tutela della salute, il risanamento dell’ambiente, la bonifica e lo smaltimento dell’amianto” e, in particolare l’art. 5 “Smaltimento dei piccoli quantitativi di amianto)”, che prevede che la Giunta Regionale conceda contributi ai comuni, singoli o associati, per garantire, nell'ambito del sistema regionale di gestione dei rifiuti, il servizio di raccolta e smaltimento di piccoli quantitativi di rifiuti contenenti amianto;

Vista la Determinazione Dirigenziale n. 547 del 04/12/2015 con la quale in attuazione della DGR 22-1444 del 18/05/2015 il Direttore dell’Area Ambiente della Regione Piemonte ha approvato il “Bando per l’attribuzione di contributi ai Comuni, singoli o associati, per il servizio di raccolta, trasporto e smaltimento di piccoli quantitativi di rifiuti contenenti amianto” e la Determinazione Dirigenziale n. 501 del 29/11/2017 della Regione Piemonte che da atto dello scorrimento della graduatoria, sino a coinvolgere il Comune di Piossasco che aveva partecipato al bando, ma era fino ad ora rimasto escluso;

Al fine di incentivare la rimozione dei manufatti in eternit, potenzialmente contenenti amianto, il Comune integrando il contributo regionale, ha fornito per l’anno 2018 e primi mesi 2019, il servizio gratuito di raccolta, trasporto e smaltimento di manufatti contenenti amianto una volta imballati (Determinazione n. 33 del 07/02/2018), lasciando a carico dei proprietari dei manufatti in eternit i costi per la rimozione (ad es. del tetto), le spese per l'imballaggio dei manufatti, una volta rimossi, prima della raccolta ed in generale gli oneri a carico dei soggetti privati per la presentazione dei piani di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/2008;

Visto il buon esito del servizio offerto e la nota del 14/06/2019, prot. n. 14286, con cui la Regione Piemonte ha prorogato al 30/11/2019 la conclusione del progetto;

Il contributo è previsto solo per coperture in eternit fino a 40 metri quadrati. Nel caso di coperture superiori a detta soglia e comunque inferiori a 500 metri quadrati, potrà essere richiesto il servizio di raccolta trasporto e smaltimento per un quantitativo massimo corrispondente a 40 metri quadrati o a 450 kg.

Considerato che, a tale fine, è necessario acquisire manifestazione di interesse da parte dei proprietari di tetti in eternit, che potrebbero essere interessati a rimuovere detti manufatti ai sensi di legge, risparmiando le spese relative a raccolta, trasporto e smaltimento del materiale una volta imballato;

SI AVVISA

I proprietari di immobili con manufatti in eternit interessati a provvedere alla rimozione dello stesso, usufruendo del servizio gratuito di raccolta, trasporto e smaltimento di manufatti contenenti amianto, per un quantitativo massimo di 40 metri quadrati o a 450 kg, che sono invitati a compilare e trasmettere l’apposito modulo disponibile sul sito internet del Comune di Piossasco www.comune.piossasco.to.it. o presso l’Ufficio Ambiente. La manifestazione di interesse non è vincolante.

Eventuali informazioni e chiarimenti possono essere richiesti presso l’Ufficio Ambiente (tel. 011.9027235).

Il modulo, debitamente compilato dal proprietario, o dall’amministratore, o dal legale rappresentante dell’immobile, deve essere inviato con PEC (posta elettronica certificata) o consegnato direttamente allo sportello Polivalente del Comune di Piossasco entro venerdì 13/09/2019.

Lavori dovranno essere conclusi entro venerdì 15/11/2019.

L’Amministrazione procederà con l’incarico alla Ditta per l’effettuazione del servizio gratuito di raccolta, trasporto e smaltimento di manufatti contenenti amianto, esclusivamente al raggiungimento di un congruo numero di soggetti interessati e/o ad un volume di eternit rimosso ritenuto congruo.

L’adesione al progetto e gli atti conseguenti, non costituiscono in alcun modo autorizzazione alla rimozione dell’eternit, né sostituiscono la comunicazione all’ASL e il titolo edilizio eventualmente necessario, da conseguirsi prima dell’inizio dei lavori di demolizione e/o ristrutturazione previsti, di cui la rimozione dei manufatti in eternit può essere parte.

Modulo manifestazione interesse

Allegato 13.00 KB formato pdf
Scarica