Cambio di Residenza

Ultima modifica 22 aprile 2021

Informativa sul cambio di residenza

I cittadini e le cittadine che si trasferiscono nel Comune di Piossasco, con provenienza da un altro comune italiano oppure dall'estero o che cambiano indirizzo all'interno del Comune, devono richiedere l’iscrizione anagrafica dal momento in cui realmente dimorino nel nuovo indirizzo ed entro 20 giorni dall’effettivo trasferimento.

1. COME DEVO FARE?

Sul sito del Comune di Piossasco, alla voce MODULISTICA/Affari Generali/Residenza si possono scaricare tutti i moduli necessari per chiedere il cambio di residenza o la variazione di indirizzo, oppure

  • E' possibile trovare i moduli già stampati presso la bacheca appositamente predisposta, all’ingresso del Palazzo Comunale (P.zza Tenente Nicola, 4)
  • Se invece si ritiene necessario rivolgersi ai nostri sportelli per fare la pratica è necessario prima prendere l' appuntamento:

- on line, direttamente sul sito nella sezione 'PRENOTAZIONI ON LINE' in qualsiasi momento;

- al n. 0119027245 nei seguenti orari: lun/mar/giov/venerdì h 11-12,30 – mercoledì h 16-18.

Si ricorda che in questo caso al momento della presentazione allo sportello devono essere presenti tutte le persone maggiorenni che si trasferiscono e gli altri eventuali firmatari della domanda muniti di documento d’identità valido e copia dei documenti richiesti dal 3 al 5 dello schema sotto indicato.

2. QUALI MODELLI DEVO COMPILARE E QUALI DOCUMENTI ALLEGARE?

3. COMPILATI TUTTI I MODELLI con eventuali ALLEGATI, COME PROCEDO?

Se si intende inviare telematicamente la pratica, occorre SCANSIONARE O FOTOGRAFARE tutti i moduli e gli allegati facendo attenzione che SIANO LEGGIBILI.

La dichiarazione può essere presentata:

  • tramite e-mail semplice o Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo: servizidemografici.piossasco@legalmail.it
  • se non si possiede un computer o telefono per inviare la pratica, si possono portare tutti i documenti direttamente di persona a protocollare in Comune allo sportello al cittadino - P.zza Tenente Nicola n. 4.  nei seguenti orari:
  1. Lunedì chiuso
  2. Martedì - Giovedì - Venerdì - Sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,00
  3. Mercoledì dalle ore 9,00 alle ore 18,00 con orario continuato
  • tramite lettera raccomandata indirizzata a: Comune di Piossasco, P.za T. Nicola n. 4 – 10045 PIOSSASCO
  • tramite fax al nr. 011/9027276
  • su prenotazione allo Sportello Anagrafe da effettuare on line (servizio attualmente non funzionante) o telefonicamente al n. 011/90.27.245 lun/mar/giov/venerdì h 11-12,30 – mercoledì h 16-18.

4. E DOPO?

Una volta che la pratica viene protocollata e inviata all’ufficio Anagrafe:


*   Se ci sono problemi o mancano documenti l’Ufficio contatta il cittadino per risolvere la situazione.
*   Se tutto è ricevuto come richiesto si procede alla sua registrazione, inviando all’interessato i documenti che attestano l’inizio del procedimento.
*    Pochi giorni dopo, la Polizia Locale si presenta all’indirizzo indicato per il sopralluogo. E’ necessario inserire il cognome e il nome sulla cassetta delle lettere e sul campanello per permettere ai vigili di verificare l’esatta dimora abituale così come dichiarata dall’interessato. In questo modo l’esito positivo dell’accertamento consentirà la conclusione del procedimento.

 

TEMPISTICA

 

Al ricevimento della richiesta l'Ufficio rilascia la comunicazione di avvio del procedimento prevista dalla Legge n. 241/1990 (recante l'informazione degli accertamenti inerenti la sussistenza dei requisiti previsti nonché la durata del procedimento).

Entro 45 giorni dalla richiesta d'iscrizione o variazione anagrafica l'Ufficio procede all'accertamento della sussistenza dei requisiti dichiarati, tramite il corpo di Polizia locale.

Terminato questo periodo, senza che al cittadino sia pervenuta comunicazione negativa, la residenza si considera effettiva (silenzio-assenso), con decorrenza dalla data indicata nella comunicazione di avvio del procedimento.

In caso di accertamento negativo l'Ufficio comunicherà il preavviso di rigetto (art. 10 bis L. 7 agosto 1990, n. 241). L'interessato avrà 10 giorni per presentare le proprie osservazioni. In caso di mancato accoglimento della dichiarazione di cambio di residenza, il comune provvederà a ripristinare la posizione anagrafica precedente, annullando l'iscrizione. Il dichiarante decadrà inoltre dai benefici nel frattempo conseguiti e dovrà rispondere delle false dichiarazioni.

A chi invia la richiesta di residenza via mail, l'Ufficio provvederà a spedire (tramite mail), la ricevuta di avvio di procedimento al titolare della pratica. Le altre eventuali comunicazioni ai contro interessati saranno inviate utilizzando le mail o gli indirizzi segnalati.

 

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

 

Prima di firmare i documenti necessari all’avvio del procedimento è necessario leggere il Mod G: Informativa sulla privacy.

La sottoscrizione dei modelli significa aver letto e capito il suo contenuto.